“Il mio cammino/2”, la presentazione del libro alla sala Galmozzi

Questo volume è il ponte fra Ottocento e Novecento: nella lingua, che evolve e approda alla modernità, e nella memoria. È il seguito del primo libro, pubblicato nel 2014 sempre per Il filo di Arianna, che si fermava alla Prima guerra mondiale. La narrazione in prima persona di Camillo Fumagalli, curata dalla nipote Rita, attraversa gli anni dall’avvento del fascismo sino alla nascita della Repubblica.

La presentazione

Il libro “Il mio cammino/2”, uscito a dicembre, verrà presentato lunedì 18 dicembre nella sala Galmozzi di via Tasso 4, alle ore 17.30. Interverranno il presidente dell’Isrec, Angelo Bendotti, e la curatrice dell’opera Rita Fumagalli.

Siete tutti invitati. Vi aspettiamo!

La copertina del libro “Il mio cammino/2” di Camillo Fumagalli, uscito per Il filo di Arianna nel dicembre 2017

La copertina Il libro “Il mio cammino/2” di Camillo Fumagalli, uscito per Il filo di Arianna nel dicembre 2017

Nota biografica su Camillo Fumagalli

Il primo libro arriva fino alla Grande guerra: nel 1914, Camillo Fumagalli, già studente brillante, è ormai una figura di spicco dell’Azione cattolica bergamasca e viene eletto consigliere comunale. Va al fronte come ufficiale d’artiglieria. Il secondo volume, “Il mio cammino/2” (Il filo di Arianna, dicembre 2017, pp. 206), parte dal dopoguerra. Fumagalli affianca alla carriera forense, che colleziona i primi successi, un’intensa attività giornalistica sulle colonne dell’Eco di Bergamo, testata che dirigerà fra il 1927 e il 1928. Per la sua avversione al fascismo, nel 1938, dà le dimissioni da tutte le (non poche) cariche.

Durante la guerra — è richiamato sotto le armi a Cremona —, difenderà su mandato del vescovo Bernareggi i patrioti finiti sotto processo al Tribunale germanico. Anche grazie alla sua conoscenza del tedesco, imparato da giovane a Monaco di Baviera, assiste nomi del calibro di Arturo Turani, don Agostino Vismara e Betty Ambiveri, alla quale riesce a evitare la condanna a morte, commutata in 10 anni di carcere.

Nel secondo dopoguerra, sarà vicepresidente della Banca credito bergamasco e presidente dell’Ente comunale di assistenza. Nel 1948 è eletto deputato nelle file della Democrazia cristiana: a Montecitorio è presidente della commissione Giustizia e membro del Comitato dei nove per la riforma del Codice di procedura penale. Sarà riconfermato, con oltre 27 mila voti, nella seconda legislatura.

Nel 1959, a 73 anni (era nato nel 1886), si ritira a vita privata. Continua l’impegno culturale nell’Ateneo di scienze, lettere ed arti, del quale è socio dal 1947, vicepresidente dal 1960 e presidente dal 1966. Muore nel 1969.

Un passo del libro

Riportiamo, in sintesi, uno stralcio dell’Introduzione, dove traspare lo sguardo, affettuoso e riconoscente, della nipote che caratterizza la ricostruzione di questo secondo arco biografico.

Molto della personalità del nonno emerge dall’analisi dei documenti — scrive Rita Fumagalli nell’Introduzione —: la parsimonia, appresa nei duri periodi di guerra, e il piacere di fabbricare con le proprie mani tutto quanto era possibile […]; la cura meticolosa nella ricerca della versione definitiva di testi e discorsi, continuamente rivisti e corretti; la laboriosità instancabile che lo ha accompagnato fino agli ultimi giorni di vita, la curiosità e versatilità intellettuale. […] La sfera privata (nel secondo libro, ndr) si comprime fino quasi a scomparire. A emergere è l’uomo pubblico, impegnato attivamente nel movimento cattolico, sempre osservante dei dettami della Santa Sede, ma con un’autonoma capacità di giudizio, che si assume il peso di responsabilità e di scelte scomode.

L’incontro con questa personalità continua pagina dopo pagina, quando a raccontare è Fumagalli. Nell’arco di sette capitoli, prende forma la testimonianza, straordinaria, di un lungo tratto di storia cittadina e italiana. Il libro è in vendita presso l’Istitut0, al prezzo di copertina di 15 euro, oppure scrivendo a info@filodiarianna.eu.

A questo link: Invito è possibile scaricare la cartolina che fa da invito alla presentazione del libro.

 

loading